Il pensiero

Il pensiero

La rivisitazione della cucina tradizionale siciliana è la chiave della filosofia di ristorazione del ristorante.

Una filosofia che nasce dalla inedita combinazione dell'esperienza di Giuseppe Cannizzaro, storico chef della Giara di Taormina, che negli anni Ottanta portò in città una visione internazionale della cucina classica, e l'energia creativa di uno chef che attinge alla sapienza della tradizione culinaria per reinventarla e proporla in una nuova forma, fedele e innovativa al tempo stesso.

Da questa sinergia di eleganza e freschezza, poggiata sulle solide fondamenta di una conoscenza profonda dell'enogastronomia, nasce l'unicità dei piatti del Duomo: la tradizione delle ricette, rispettata partendo dalla conoscenza di ogni dettaglio delle materie prime, delle tecniche e dell'arte degli abbinamenti, si propone ai sensi con uno stile unico, che restituisce al palato emozioni antiche attraverso nuovi percorsi fatti di contaminazioni, sperimentazione e creatività.

Come la Norma, che ripensa la tradizione con una pasta fresca e la nota stilistica dell’affumicatura della ricotta; o la caponata del Monsù tripudio di profumi siciliani o ancora l’agnello “aglassato”, le fritture di pesce fresco e le tagliate di tonno. Ogni piatto diviene così un'esperienza gustativa, in cui la cultura della tradizione culinaria siciliana è protagonista, raccontando con un nuovo linguaggio la storia millenaria di un'isola sempre capace di stupire, affascinare e conquistare con i suoi colori, i suoi profumi e i suoi sapori.